LIVE COMMUNICATION VS EVENTO: chi la spunterà?

LIVE COMMUNICATION VS EVENTO:

chi la spunterà?!

Rivoluzione si, rivoluzione no.

È in atto un cambiamento nell’approccio creativo e strategico della comunicazione aziendale, e adesso non puoi proprio continuare ad ignorarlo.

Vieni a scoprire di cosa stiamo parlando.

Astra Ricerche sostiene come:

«da alcuni mesi a questa parte si parli sempre più spesso di Live communication più che di Eventi.
Con questa espressione si mette l’accento sul fatto che gli eventi sono sempre più parte della strategia di comunicazione globale dell’azienda (meno usati in modo tattico e isolato) e sono uniti ad altre forme di comunicazione, a partire da quelle digital che fanno vivere l’evento anche prima e dopo lo svolgimento dello stesso e ne moltiplicano il target “in diretta”».

Ma quali sono gli orientamenti nel mercato degli eventi che stanno trainando questa trasformazione?

Innanzitutto, questo cambiamento è dovuto al fatto che gli eventi sono sempre più usati in modo strategico e sempre meno in modo tattico, diventando quindi parte integrante della comunicazione delle aziende.

Il tempo dedicato all’evento durante la sua esecuzione non è che una parte della realizzazione di questa forma di comunicazione.

Sempre di più, tutto ciò che si sviluppa prima e dopo, grazie all’uso combinato dei Social Networks o di altre comunicazioni digitali, viene utilizzato per estendere la portata dell’evento.

Una condivisione dei contenuti potenzialmente infinita, ideale per raggiungere più obiettivi contemporaneamente, con un unico dettaglio che, se vogliamo, è a sfavore: la difficoltà a mantenere l’elemento sorpresa.
Se si organizza un evento che supera il singolo giorno, le notizie inevitabilmente inizieranno a circolare, e questo aumenta la difficoltà di mettere in atto soluzioni attraenti e dall’effetto a sorpresa.

Inoltre, è necessario sottolineare come le tecnologie di oggi vanno a supportare eventi sempre più Live: lo streaming durante la diretta è una possibilità offerta nella maggior parte dei casi, generalmente ad una quota inferiore rispetto al prezzo del biglietto canonico.

Per oltre il 50 % degli intervistati dall’Istituto di Ricerca, gli eventi sono la miglior forma di comunicazione se lo scopo è dare brand experience al fine di generare più contatti commerciali possibili.

Ma quanto è conosciuto oggi il termine Live Communication?

Il 41,90% dichiara di conoscerne il significato, mentre oltre il 45% non ha un’idea precisa di cosa s’intenda con questo concetto. Il restante 12% non ne ha mai sentito parlare.

Questi dati mostrano come il trend sia in crescita ma non abbia ancora raggiunto un livello di accettazione condiviso, anche se una volta compreso lo spessore che supporta il nuovo concetto di Evento, il 54% sostiene come sarebbe più giusto parlare di Live Communication.

Per un 20% dei rispondenti dipende dall’occasione che s’intende organizzare mentre -per un gruppo altrettanto numeroso- si dovrebbe continuare a fare una distinzione tra i due termini (mentre il “solito” 6% resta indifferente al problema).

La comprensione della multicanalità e l’estensione del nuovo modello di comunicazione aziendale si stanno dunque muovendo con un andamento positivo.

In conclusione, ecco un elenco delle chiavi di lettura attualmente utilizzate, sulle quali sarà meglio focalizzarsi nei prossimi mesi:

  • entertainment,
  • stabilità,
  • crescita quantitativa,
  • innovazione,
  • creatività,
  • digitalizzazione e moltiplicazione on line degli effetti.
le keyword su live communication del mercato eventi secondo astra ricerche

Ora non resta che attendere le premiazioni del Best Event Awards -Milano, 22 e 23 Settembre- per scoprire ulteriori anticipazioni dal mondo eventi.

Stay tuned!

Recommended Posts