20 consigli per promuovere il tuo EVENTO SU LINKEDIN

20 CONSIGLI PER PROMUOVERE IL TUO EVENTO SU LINKEDIN

Come promesso, ci occupiamo finalmente di organizzazione e promozione di eventi su LinkedIn.

Abbiamo ampiamente parlato di come utilizzare tutti gli altri social media, lasciando momentaneamente da parte il network che viene utilizzato principalmente per creare connessioni tra professionisti.

Quando parliamo di promozione di eventi su LinkedIn intendiamo naturalmente eventi professionali: non vi conviene utilizzare il social network per pubblicizzare una festa di compleanno o un concerto.

[In questi casi, infatti, Facebook o Twitter sarebbero i mezzi più adatti, mentre LinkedIn, indubbiamente meno virale -per ora-, offre l’opportunità di entrare in contatto con un pubblico più selezionato e maggiormente targetizzato -e targetizzabile- per i vostri scopi.]

Cari organizzatori di eventi, ricorre in questi giorni il primo anniversario della chiusura dell’app LinkedIn Events, ma non vuol dire che questo importante strumento sia diventato completamente inutile per quanto riguarda il vostro lavoro.

Se da un anno disperate al ricordo, se non eravate nemmeno a conoscenza della sua esistenza o se pensate che LinkedIn serva solo ad avere un cv online, questa guida fa per voi.

 

PROFILO

1. Innanzitutto, il vostro profilo privato e quello della vostra azienda devono essere il più completi e accurati possibile. Ciò aumenta la vostra credibilità presso chi visita la vostra pagina. Tenete sempre bene a mente le caratteristiche del vostro visitatore ideale e compilate i diversi campi con informazioni orientate al vostro target.

2. Seguite i profili di aziende che lavorano vicino a voi, con cui collaborate e persino quelli dei vostri competitor. Creare connessioni è sempre utile, specialmente quando si tratta di promuovere un evento.

CONTATTI

3. Prendete l’abitudine di aggiungere tra i vostri contatti ogni nuova persona che conoscete, magari utilizzando l’app mobile di LinkedIn per poterlo fare immediatamente. In questo modo manterrete vivo e attivo il rapporto con quello che un giorno potrebbe diventare un vostro cliente. Tra questi selezionate coloro che volete invitare al vostro evento e cominciate a compilare un elenco.

4. Se i vostri contatti non sono sufficienti a completare la lista utilizzate la ricerca avanzata per espanderla, individuando i nominativi che rispecchiano il target prefissato per il vostro evento. Potrebbero essere persone attive nella zona in cui il vostro evento si svolgerà o chi lavora nel settore a cui l’evento è diretto. Aggiornando il vostro profilo LinkedIn con la modalità premium a pagamento avrete accesso ad un numero decisamente più elevato di informazioni.

5. Se avete collegamenti in comune con le persone individuate in questo modo, chiedete ai vostri contatti di introdurvi: abbatterete ogni diffidenza e farete da subito un’impressione migliore.

6. Una volta identificati i prospect migliori, contattateli direttamente per invitarli al vostro evento. Ricordate di utilizzare messaggi personalizzati, che trasmettano l’importanza che ha per voi la loro partecipazione.

7. Quando la vostra lista di invitati è pronta, inviate loro un’email (ricordate però che per inserire un indirizzo in una mailing list è necessario il consenso da parte dell’interessato) o utilizzate il servizio di messaggistica di LinkedIn. I vostri inviti dovranno essere chiari, concisi e accattivanti, per attirare le persone al vostro evento e non infastidirle con quella che potrebbero considerare spam.

GRUPPI

8. I gruppi di linkedIn rappresentano enormi potenzialità: assicuratevi di sfruttarle appieno. Sia per trovare gli invitati che per promuovere i vostri eventi su LinkedIn, conducete una ricerca accurata tra i gruppi già esistenti per individuare quelli più adatti al vostro scopo.

9. Se pensate che un vostro gruppo, dedicato all’evento, possa avere un successo maggiore createlo, tenendo a mente lo stesso consiglio di completezza e accuratezza dato a proposito del profilo.

10. Se invece decidete di sfruttare gruppi già affermati per diffondere l’invito al vostro avvenimento, prima di pubblicare avvisi ed informazioni in merito consultate le regole del gruppo (trovate la voce sulla destra della pagina del gruppo) per essere sicuri di non infrangerle e venire estromessi dalla discussione.

11. Meglio ancora: prima di pubblicare notizie inerenti all’evento, contattate l’amministratore della pagina e chiedetegli il permesso di procedere con la sponsorizzazione. Provate ad offrirgli un ingresso gratuito all’evento, sconti particolari, omaggi, come ringraziamento o incentivo a promuovere il vostro avvenimento all’interno del gruppo che gestisce.

PROMOZIONE

12. Qualsiasi sia la strada che sceglierete per approcciare il vasto pubblico di LinkedIn, non aspettate di essere sotto data. Cominciate a pianificare le vostre mosse con largo anticipo, in modo da poter diffondere gli inviti con un preavviso sufficiente a non instillare il dubbio che sia stato fatto per riempire le sedie vuote.

13. Potreste anche utilizzare la pagina dell’azienda per cominciare a lanciare dei teaser qualche mese prima, annunciando che state organizzando un evento, in modo da stuzzicare la curiosità dei vostri contatti.

14. Assicuratevi che tutti i vostri colleghi abbiano il profilo personale collegato a quello aziendale e chiedete loro di diffondere le informazioni sull’evento, garantendovi una risonanza maggiore.

15. Integrate gli aggiornamenti a proposito dell’evento con aggiornamenti dalla pagina aziendale o dalla vostra, fornendo agli invitati informazioni utili e mantenendo alto il loro interesse.

16. E’ un errore banale, ma non raro: controllate che il link per la registrazione all’evento sia presente e ben visibile. Solo inserendo delle chiare call to action riuscirete a trasformare un visitatore in un partecipante.

17. Fate sentire i vostri invitati coinvolti nell’organizzazione dell’evento: LinkedIn offre l’applicazione Poll (disponibile solo in inglese) per poter lanciare sondaggi all’interno, ad esempio, dei gruppi in cui interagite. Chiedete consigli sugli speaker da assumere, su quale tipo di rinfresco gradirebbero maggiormente o su qualsiasi argomento sul quale vi interessi conoscere la loro opinione.

18. A proposito di speaker, se individuate delle personalità che vorreste far intervenire durante il vostro evento, provate a contattarle via LinkedIn: è una maniera più diretta per farlo, anziché passare per un’email generica che si potrebbe confondere con la quotidiana mole di messaggi che ognuno di noi riceve.

19. Se gli speaker sono già stati “arruolati”, chiedete loro di pubblicizzare l’evento tramite il loro profilo: sfrutterete in questo modo la loro popolarità a vantaggio loro e vostro.

20. Infine, valutate l’opportunità di investire una porzione del budget a vostra disposizione nel servizio di pubblicità LinkedIn Ads, per aumentare le vostre possibilità di raggiungere esattamente il target di iscritti a cui mirate (anche se, lo ammettiamo: è un po’ caro!).

 

 

Sperando che questa breve guida vi sia stata utile, vi salutiamo con un’ultima raccomandazione: siate moderati…e usate un tono originale.

A nessuno piace ricevere email indesiderate, notifiche di aggiornamenti troppo ravvicinate o messaggi prolissi e dispersivi. Ma se quando lo farete vi distinguerete dalla massa dei vostri “competitor” con post e link levati dal solito, allora verrete notati e ruberete un po’ di attenzione agli abitanti del vostro network.

Tenendo questo a mente, date spazio alla vostra creatività. Buon lavoro!

NON PERDERTI I PROSSIMI ARTICOLI!

Compila il form

(KEEP CALM! Odiamo lo SPAM quanto te!)

Recommended Posts