Fatti un regalo! Scopri il SEGRETO per organizzare WEBINAR B2B, anche se il capo fa pressione e senza diventare un esperto di informatica

FATTI UN REGALO! SCOPRI IL SEGRETO PER ORGANIZZARE WEBINAR B2B, ANCHE SE IL CAPO FA PRESSIONE E SENZA DIVENTARE UN ESPERTO DI INFORMATICA

Mmmm…lo senti!!”

Respira, annusa, concentrati: sì, è proprio……CANNELLA!!

È ufficiale: siamo completamente immersi nel flusso di bancarelle, regali e dolci di ogni tipo, tipico dei giorni che precedono il Natale.

Il profumo di panpepato e vin brûlé invade ogni luogo (con buona pace di chi questa spezia invece proprio non la sopporta).

Un insieme caotico di persone e cose che riempie le giornate e comincia a far pregustare quell’aria calda e familiare che a breve riempirà le nostre case.

[Certo, il commento della suocera sull’arrosto sempre stopposo preferiremmo non considerarlo per il momento, quindi finché possiamo…ignoriamola!]

Al tempo stesso, inizia a prendere forma un altro fenomeno tipico di questo periodo:

l’ansia da regalo-prestazione.

Quella seccante sensazione “di incompiuto” che ti attanaglia per la paura di non riuscire a finire tutto entro il 24 dicembre.

Ed ecco così che, pian-piano, il carrello di Amazon si riempie di GoPro per i figli, libri per le cognate e improbabili giochi di “Masha e l’Orso” per i nipoti.

Si scorrono con estrema attenzione le categorie di GialloZafferano per prendere appunti su nuove ricette da proporre durante la cena della Vigilia.

[Possibilmente quelle della sezione “veloci ma d’effetto”, perché si sa: tra casa, lavoro e famiglia… A MANCARE È SEMPRE IL TEMPO!]

Ed infine, si programma l’acquisto dei regali per amici e ultimi parenti rimasti nei giorni a cavallo del ponte.

[Siiii! Un bel giro in Duomo o agli “Obei Obei”! O magari a Merano per i mercatini!]

A questo punto respiri soddisfatto e pensi: “sembrava impossibile e invece ho tutto sotto controllo!”

KRAKKLE!!
Un lampo squarcia il cielo.

Alle 4 di un semi-tranquillo martedì pomeriggio, eccolo che arriva. È lui, esiste e ti rovina i piani:

IL CAZZIATONE DEL CAPO

il capo si arrabbia per il webinar sbagliato

[visto il periodo, il paragone col Grinch sembra perfetto]

Cos’è successo!? Sei sempre stato così attento e premuroso nel fare le cose…cosa può essere andato storto?!

È successo che il Webinar che hai organizzato non è andato bene.

[Calma, CALMA, C-A-L-M-A-!]

I motivi possono essere diversi: dai pochi iscritti alla connessione saltata, dall’audio che non parte, alla “pelata” del relatore sempre in primo piano (perché diciamocelo…la webcam del PC non è PROPRIO la soluzione più adatta ad ambienti business).

Ma ciò che è peggio ora sono le conseguenze, che possono essere assai…PEGGIORI!

Sai già che, oltre al capo:

  • prenderai mazzate dall’area IT
  • i sales inizieranno a dire per i corridoi che “se si devono fare i Webinar così è meglio non farli
  • pure la signora del Bar di fronte all’ufficio saprà della figura che hai fatto (unica nota positiva: è probabile che ti offra un caffè vedendoti così abbattuto durante il clima natalizio)

[OK: “Houston, abbiamo un problema!”]

Ciò che conta adesso è capire come evitare che questo mood negativo vada a minare la tua credibilità in ufficio (costringendoti a fare straordinari per rimediare PROPRIO OGGI che devi uscire prima per la cena di scuola/palestra/catechismo di fine anno).

Se proprio dobbiamo dirla tutta: non è interamente colpa tua.

Hai utilizzato le piattaforme che usano tutti”. Quelle più famose disponibili a scaffale, che danno (a quanto pare solo apparentemente) più sicurezza, e che tutto sommato ti fanno avanzare del budget da destinare ad altri progetti.

Eh…peccato che ora quel budget rischia di essere dimezzato, e se non trovi una soluzione al più presto rischi pure che per fare marketing il prossimo anno tu debba utilizzare meno soldi di quanti ne verranno destinati alla cancelleria.

BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE

Una soluzione che ti permetta di organizzare davvero un Webinar di tipo business. Che consenta di ottenere un VERO rebranding dell’interfaccia (CIOÈ: NON solo posizionare il loghino in quel punto lì della schermata! Quello non è rebranding……è fartelo credere!).

Cos’è il rebranding? Wikipedia dice che il Rebranding “indica un processo in base al quale un prodotto o un servizio sviluppato e distribuito con un nome, un marchio o sotto il nome di una ditta, viene reimmesso nel mercato sotto un altro nome o una diversa identità.”

Una piattaforma perfettamente integrata con il tuo sistema di gestione dei contatti, vera e gestibile.

Insomma: UN SERVIZIO -non solo un prodotto- che, cosa più importante:

TI FACCIA STARE TRANQUILLO

Un business Webinar senza smazzi, dove poter gestire iscrizioni, coordinare il marketing, condurre regia, programmare i follow-up e favorire re-call.

Un vero strumento di contatto con prospect reali, ma gestito in un modo diverso da quello in cui sei abituato adesso, perché si parla quasi di un partner, non di un fornitore, che divida con te la responsabilità e che ti dica:

Se ci sono problemi mi chiami e rimedio io”.

[“Comeeee!? Come avere tutto questo? Come dormire sereno fino a Pasqua!?”]

Devi leggere la GUIDA GRATUITA (dai su: a Natale siamo tutti più buoni) per imparare davvero come realizzare un BUSINESS WEBINAR.

  • Non permettere più che il tuo capo non riconosca la tua buona volontà.
  • Non farti venire l’ansia da prestazione a 15 giorni dal prossimo Webinar.
  • Non continuare ad investire energie e sacrifici in strategie che poi non ti danno la sicurezza del risultato.

[Anche perché, per i Webinar fatti male abbiamo la soluzione……ma per tua suocera a Natale, ci dispiace: NO]

Quindi, vuoi evitare una volta per tutte figuracce con i tuoi webinar?

Scarica la guida che ti permetterà di comprendere meglio cosa significa organizzare un vero webinar B2B, quindi creato da aziende di vero spessore. Conoscerai i trucchi per migliorare la tua immagine aziendale e gli errori da evitare per non sembrare la casalinga di Voghera che spiega la ricetta della carbonara.

SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

CONOSCERAI TUTTO SUL WEBINAR B2B

(è gratis!)

PS: [Vuoi un ulteriore suggerimento: qui trovi una lista dei più comuni errori da evitare, leggila prima del prossimo evento online!]

Recommended Posts